Come scegliere un termometro? Guida, informazioni utili, criteri di acquisto

Se vuoi sapere come scegliere un termometro, sei nel posto giusto. In questa guida ti aiuteremo a selezionare il miglior prodotto adatto a te. Ci sono vari criteri da tenere in considerazione per la scelta del termometro, dalla persona a cui è indirizzato alle preferenze nella misurazione. Infatti occorre sapere che esistono tipologie diverse di termometri da scegliere in base all’età e anche in base al modo in cui vogliamo effettuare la misurazione. E allora scopriamo insieme come scegliere il nostro termometro perfetto.

Termometro: come scegliere il modello

Il termometro è il dispositivo adoperato per misurare la temperatura corporea. Quando i valori della febbre non rientrano nel range 36,4 °C e 37,2 °C allora significa che siamo di fronte ad un’alterazione. In particolare, parliamo di febbricola se la temperatura non supera i 38 °C, di febbre lieve se arriva a 38,5 °C e di febbre moderata se raggiunge appena i 39 °C. Invece siamo di fronte ad una febbre elevata se la temperatura raggiunge i 39,5 °C e di iperpiressia se arriva addirittura a 41 °C.

Scegliere il proprio modello di termometro in base alle esigenze di solito può seguire alcuni criteri fondamentali. Prima di tutto dovremo capire se il termometro ci servirà per misurare la febbre nei bambini o negli anziani, oppure negli adulti. Nei primi due casi, infatti, siamo di fronte a dei soggetti che tollerano molto poco le misurazioni a lunga durata. Pertanto dovremo optare per dei modelli di termometro piuttosto rapidi e poi dovremo capire qual è il miglior metodo per eseguire la misurazione.

Dovremo capire inoltre se vogliamo acquistare un termometro tradizionale, semplice ed efficace, oppure se vogliamo optare per una soluzione più moderna ed innovativa che dispone di varie funzioni aggiuntive.

Inoltre dovremo scegliere il modello in base al tipo di superficie che dobbiamo misurare. In commercio potremo trovare dei termometri più versatili con i quali misurare la temperatura anche agli animali o agli oggetti.

Pertanto per scegliere il modello di cui abbiamo bisogno dovremo valutare, oltre alla fascia di prezzo, anche questi criteri fondamentali che ci consentiranno di portare a casa un prodotto perfetto per noi.

Termometro per bambini: come scegliere

Come abbiamo già anticipato nei paragrafi precedenti, se siete alla ricerca di un termometro pediatrico dovete fare un’attenta analisi dei vari modelli per acquistare un prodotto che sia sempre tollerato dal bambino e non gli arrechi troppo fastidio.

Ad esempio, un bambino di età inferiore ai 3 anni non può utilizzare un termometro in vetro. E’ sconsigliato soprattutto per l’uso via ascellare e via orale. Questo perché, soprattutto nella bocca, il termometro potrebbe rompersi se morso dal bambino. Tuttavia potrebbe essere consigliabile nell’utilizzo rettale. Anche il termometro digitale è un modello ottimale per i bambini, ma si consiglia sempre di scegliere un prodotto con la sonda morbida.

Esiste un metodo corretto per misurare la temperatura per via rettale ai bambini, e occorrerà fare molta attenzione. Per prima cosa bisognerà lavare bene il termometro al vetro con acqua e sapone. Poi dovremo inserire delicatamente il prodotto nel retto del bambino. per farlo dovremo coricare il bimbo a pancia sotto e allargare pian piano le natiche. Dovremo far penetrare il termometro nel retto dalla parte del bulbo per soli 3 cm. Durante la misurazione dovremo continuare a tenere il bambino con una mano, e con l’altra dovremo tener fermo il termometro per evitare che accidentalmente penetri più a fondo. Poi dovremo aspettare i minuti previsti ed infine potremo estrarre il termometro e leggere i valori.

Un fattore importante nella scelta del termometro per i bambini è anche la durata della misurazione. I termometri al vetro impiegano circa 5 minuti per avere i valori, quelli digitali invece appena 3 minuti o 2. S e cercate un prodotto che sia molto più rapido potrete optare per i termometri auricolari.

I termometri auricolari fanno parte della categoria di modelli ad infrarossi. Questa tipologia sfrutta le radiazioni emesse dai corpi ed è conosciuta per la sua rapidità. Il prodotto ha un beccuccio che va inserito direttamente nell’orecchio del bambino per pochi secondi. In breve tempo avremo i nostri risultati.

Termometro per anziani: come scegliere

Anche per quanto riguarda gli anziani, la scelta del termometro deve tenere conto ad alcuni importanti fattori. Gli anziani, proprio come i bambini, non tollerano particolarmente i lunghi tempi di misurazione, pertanto dovremo scegliere dei prodotti molto rapidi.

Anche per gli anziani si considera sempre la misurazione della temperatura per via rettale, poiché non sono molto abili a tenere l’oggetto tra le labbra per la misurazione orale. Perciò potrete optare sempre per un termometro al vetro al galinstano oppure per un modello di tipo digitale.

Altrimenti potrete optare per i moderni termometri ad infrarossi senza contatto. Si tratta dei termoscanner, ovvero dei termometri a pistola. Sono estremamente rapidi e non richiedono il contatto con la cute del paziente. Basterà puntare il prodotto sulla fronte dell’anziano e premere il pulsante. In pochi secondi sul display potremo visionare i risultati della febbre.

Occorre sapere che il termometro senza contatto non è conosciuto per essere molto affidabile e preciso, ma se il paziente si trova al chiuso e in una temperatura variabile, potremo sorvolare questo problema. Infatti se misuriamo la temperatura ad una persona che ha sostato per molto tempo sotto al sole, i valori potrebbero risultare alterati. Lo stesso discorso vale se il paziente si trova in una stanza poco arieggiata. Quindi dovremo fare attenzione a questi fattori.

Modello a contatto o senza contatto: quale scegliere

In commercio troveremo dei termometri a contatto e senza contatto. Esistono dei criteri per sapere se scegliere uno o l’altro modello. Si tratta in entrambi i casi di due ottimi modelli per misurare la temperatura corporea, e non solo. Scopriamolo subito.

Se siete alla ricerca di un termometro che sia essenziale e allo stesso tempo molto efficace, i termometri a contatto fanno al caso vostro. Potrete scegliere tra i termometri al vetro in galinstano, oppure quelli digitali o quelli ad infrarossi auricolari.

I termometri al vetro sono considerati i migliori per quanto riguarda la precisione, molto più dei termometri a distanza. Infatti sul retro della confezione potremo sempre controllare che il prodotto abbia un grado di precisione almeno superiore agli 0,1 °C. I termometri a distanza invece potrebbero subire delle alterazioni nei valori misurati poiché la pelle del paziente potrebbe essere sudata o accaldata.

Anche i termometri digitali hanno una buona precisione. Dispongono di un display dal quale potremo visionare i risultati della misurazione. Si consiglia sempre di optare per un prodotto con la punta morbida perché aderisce meglio alla pelle.

Se invece siete alla ricerca di prodotti versatili che vi consentano di sfruttare più opzioni, allora i modelli ad infrarossi fanno al caso vostro. In particolare, i modelli a pistola vi consentiranno di misurare la febbre non solo alle persone, ma anche agli oggetti in movimento, agli animali e al cibo. Inoltre con questi modelli potrete memorizzare le vostre ultime misurazioni e visualizzare il vostro storico.

Fasce di prezzo

Per ultimo è importante conoscere le varie fasce di prezzo dei termometri. Tra i più economici troviamo il termometro al galinstano, si tratta degli strumenti più tradizionali e più comuni nelle case. Da 15 euro in su invece potremo acquistare degli ottimi termometri digitali di varie tipologie. Potremo optare per i modelli più essenziali oppure per quelli più moderni che utilizzano anche una funzione memoria.

Infine tra le fasce di prezzo più alte troveremo i modelli ad infrarossi, e quindi i termometri auricolari ed i termometri a distanza.

Classe 1993, laureata in Lingue e in Giornalismo e nata a Roma. Da sempre sono un’appassionata di scrittura in ogni sua forma: dalla cronaca all’attualità, dalla tecnologia fino all’ambito sanitario. Ho lavorato come soccorritore volontario e sono interessata a tutto ciò che riguarda la cura della persona e la prevenzione. Approfondire le tematiche è il mio unico credo, prima di tutto c’è sempre la Scoperta.

Back to top
sceltatermometro.it